4 Marzo 2021

La Digos indaga alcuni odiatori telematici autori di minacce di morte contro la senatrice Liliana Segre: rassegna stampa

Fonte:

Avvenire, Corriere della Sera, Giornale, Giorno, Il Fatto Quotidiano, La Discussione, Mattino, Messaggero, Metro, Repubblica, Moked

Autore:

Daniele Agrati, Cesare Giuzzi, Andrea Gianni, Nicola Palma, Giovanna M. Piccinino, Massimo Pisa

Insultare sui social non paga.

Due persone sono state individuate e perquisite dopo un’indagine coordinata dall’antiterrorismo di Milano, perché ritenute responsabili di offese e messaggi d’odio sui social contro la senatrice a vita Liliana Segre. Si tratta di un 75enne di Cagliari e di un 40enne di Viterbo, indagati per minacce aggravate dalla discriminazione e dall’odio razziale. “C’è una scarsissima comprensione delle conseguenze penali da parte di queste persone – hanno spiegato gli inquirenti -. La Rete non è una zona franca e le conseguenze di insulti e minacce si pagano perché è sempre possibile risalire agli autori anche se si utilizzano profili anonimi” .

Allegati: