10 Ottobre 2021

Roma, candidato sindaco si fa promotore di teorie complottiste

Luogo:

Roma

Fonte:

Moked, Corriere della Sera, Libero, Repubblica, La Stampa

Michetti e il pregiudizio.

Le scandalose considerazioni sulla Shoah di Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma del centrodestra che in un articolo del 2020 si è fatto promotore di alcune deliranti teorie su Memoria, banche e “lobby capaci di decidere i destini del pianeta”, hanno suscitato numerose reazioni (Stampa, Repubblica). Dentro e fuori gli spazi della politica.

“Michetti, frase antisemita. Insorge la comunità ebraica” titola il Corriere della Sera, dando forte risalto alle parole di condanna della presidente UCEI Noemi Di Segni. “Il pensiero che le nostre istituzioni cittadine siano guidate da persone il cui pensiero è intriso di pregiudizi fa tremare”, ha affermato al termine dello Shabbat in una nota ripresa da vari quotidiani. “Cultura del dialogo ed educazione alla memoria di ciò che fu il fascismo – ha poi aggiunto Di Segni – siano punti cardine alla base anche delle scelte elettorali”.

Allarme anche dalla presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, che ha parlato di “inquietante pregiudizio”. In una riflessione che appare sul quotidiano La Stampa Dureghello qualifica le esternazioni di Michetti come “inaccettabili e pericolose”.

Libero intervista oggi Michetti, ma non ci sono domande sulle sue vergognose esternazioni. Il quotidiano non manca però di difendere il candidato, parlando di “fango” contro di lui. (Moked.it)