3 Marzo 2020

“Relazione sulla politica dell’informazione per la sicurezza 2019” a cura del Dis

Fonte:

Moked.it. Avvenire, Repubblica, Stampa, www.sicurezzanazionale.gov.it

Pericolo estrema destra.

Una molteplicità di episodi di violenza, avvenuti lo scorso anno, “motivati dall’intolleranza religiosa e dall’odio razziale” hanno testimoniato “l’emergere di insidiosi rigurgiti neonazisti, favorito da una strisciante, ma pervasiva propaganda virtuale attraverso dedicate piattaforme online, impiegate per veicolare documenti, immagini e video di stampo suprematista, razzista e xenofobo”. A lanciare l’allarme sono i Servizi di e sicurezza italiani nella loro Relazione annuale al Parlamento (Repubblica). I più a rischio di cadere nella rete neonazista sono i più giovani, spiegano i Servizi. “Il primo fattore di crescita dei ‘rigurgiti neonazisti’ – scrive Paolo Berizzi su Repubblica – accertati dalla nostra Intelligence è il brodo sociale e politico: la paura e l’avversione verso il nemico di turno; ieri l’ebreo, poi gli immigrati, poi di nuovo (e anche) gli ebrei”.(Moked.it)

Allegati: