23 Febbraio 2018

AN END TO ANTISEMITISM! – A catalogue of policies to combat antisemitism

Data:

23/02/2018

Fonte:

https://anendtoantisemitism.univie.ac.at/

Il catalogo in allegato, nasce dalla collaborazione tra i partecipanti della conferenza internazionale “An end to antisemitism” tenutasi a Vienna nel febbraio 2018 ed organizzata dal European Jewish Congress, dall’Università di New York, l’Università di Tel Aviv e l’Università di Vienna. Il documento considera e analizza le modalità più adatte per combattere l’antisemitismo suddividendo il processo di questa lotta in 5 principali fasi che dovrebbero riguardare ciascun paese, società, religione, cultura, gruppo, organizzazione, istituzione o istituto universitario, accademico, educativo, economico, politico o governativo.

  1. Il livello di antisemitismo in queste entità deve essere valutato.
  2. Le cause dell’antisemitismo in queste entità devono essere comprese.
  3. I membri di queste entità, devono essere consapevoli dell’esistenza e della portata  dell’antisemitismo.
  4. Devono essere applicate strategie per combattere l’antisemitismo.
  5. Le strategie generali per combattere l’antisemitismo devono essere adattate alle esigenze specifiche di ciascuna entità.

La lotta all’antisemitismo non può essere limitata alle dichiarazioni di buona volontà e non può dipendere dagli sforzi di volontari o professionisti in altre occupazioni. Anche i governi, gli influenti del mondo religioso, culturale, accademico, educativo, dei media, dell’intrattenimento e degli affari devono impegnarsi in questa lotta. Oltre a incrementare gli sforzi per indagare e perseguire i casi violenti di antisemitismo in modo più efficiente, sono necessarie politiche più ampie. In una prospettiva a breve termine, l’aumento della sicurezza delle comunità e dei cittadini ebrei è la prima tra le priorità. In una prospettiva a lungo termine, vale a dire, in un arco di tempo che comprende diverse generazioni, l’antisemitismo deve essere sradicato. Soprattutto per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, il catalogo mette in luce quanto sia fondamentale considerare la singolarità dell’antisemitismo come un fenomeno culturale e religioso unico.