21 Luglio 2014

Lettera e risposta con contenuti antisemiti pubblicata su quotidiano gratuito

metro_logo

Fonte:

Metronews

Il quotidiano gratuito Metro ha pubblicato questa lettera con la risposta del collaboratore Claudio Camarca

Fratelli ebrei cosa vi succede?

Mi sento e sono inerme davanti a questo orrore quotidiano che mi accompagna da decenni. Questa macelleria alla luce del sole perpetrata nei luoghi sacri delle nostre tre religioni. Volete davvero che le genti palestinesi vengano rammentate come gli aztechi i pellerossa i maori

Miei fratelli ebrei cosa vi succede? I vostri cuori sono tanto induriti da non avvertire le carni dei martiri bruciare. non sentire il singhiozzo spaventato dei bambini. non vedere il terrore di un popolo ridotto alla fame e alla fuga su carretti tramati da somari abbandonando alle spalle quattro stracci di ricordi e brani di corpi spezzati dalle bombe a grappolo? Mi sento e sono inerme davanti a questo orrore quotidiano che mi accompagna da decenni. Questa macelleria alla luce del sole perpetrata nei luoghi sacri delle nostre tre religioni. Sono forse antisemita se grido BASTA con questo eccidio quotidiano? Leggo Grossman e leggo Philip Roth e Hannah Arendt. E rileggo Primo Levi e mi domando che fine abbia mai fatto la vostra coscienza di uomini devoti alla libertà di incontrarsi con l’altro.

Come potete non rendervi conto che la devastazione dispensata a piene mani su questa umanità stracciona rischia di cancellare agli occhi del mondo tutto ciò che siete. tutto quello che potreste essere. Ad esempio: l’unica democrazia compiuta in quel angolo di terra. Lasciando nella memoria solo questo testamento amaro. Come l’ombra di un innocente esploso contro il muro diroccato di una casa stuprata dai merkava. Volete davvero che le genti palestinesi vengano rammentate come gli aztechi i pellerossa i maori: e che voi. nel seme della Storia, siate gli sterminatori gli occupanti i distruttori?

La vostra anima millenaria si è davvero ridotta al muro di separazione, ai rastrellamenti casa per casa. allo scannatoio pubblicizzato dalle telecamere in mondo visione? Sedete intorno a un tavolo e ascoltate voi stessi: altrimenti vinceranno i coloni assetati d’acqua e gli islamisti ebbri di sangue.