27 Ottobre 2016

Affermazioni antisemite pronunciate durante un evento presso la Camera dei Lords britannica

baronessTonge

Ebrei accusati di Olocausto al “vergognoso” evento alla Camera dei Lords

Israele ieri sera ha dichiarato che è stato “difficile da credere” che durante un evento presso la Camera dei Lords gli ebrei sono stati accusati di Olocausto.

Un incontro organizzato dalla baronessa Tonge, ex deputato liberal-democratico che siede come indipendente, ha provocato preoccupazione per il livello del discorso antisemita nella politica tradizionale. Stava lanciando una campagna affinché il Regno Unito si scusasse in occasione del  centesimo anniversario dalla dichiarazione Balfour del 1917, che assicurava il supporto per una casa per il popolo ebraico in Palestina.

Un portavoce dell’ambasciata israeliana ha descritto l’incontro alla Camera dei Lords come “un evento vergognoso, che ha dato voce ai stereotipi razzisti contro ebrei e israeliani allo stesso modo”.

Un membro del pubblico è stato applaudito dopo aver suggerito che Hitler decise di uccidere tutti gli ebrei solo dopo essere stato provocato da proteste anti-tedesche guidate da un rabbino a Manhattan.

L’oratore, descritto su un blog come un ebreo ultra-ortodosso, ha detto che nel 1930 il rabbino Stephen Wise, che ha descritto come un eretico, “fece il boicottaggio alla Germania, il boicottaggio economico … che inimicò Hitler, oltre il limite, per poi voler uccidere sistematicamente gli ebrei ovunque li potesse trovare “.

L’oratore ha continuato: “Rispetto a … rendere la Germania libera dagli ebrei, una terra Jew-free. Divenne un pazzo dopo questo boicottaggio. La Giudea dichiara guerra alla Germania. A Manhattan c’erano 100.000 persone che marciavano per il boicottaggio economico del 1935, era lo stesso rabbino eretico che causò questo”.

L’oratore ha anche detto che il rabbino Wise dichiarò al New York Times nel 1905 che c’erano “sei milioni di sanguinanti e sofferenti ragioni per giustificare il sionismo”. Egli ha esortato il pubblico a prendere nota del numero. Questa famosa citazione è utilizzata regolarmente dai negazionisti per suggerire che la cifra di sei milioni di ebrei in seguito uccisi dai nazisti era un mito.

L’oratore ha paragonato Israele allo stato islamico, e ha detto che il modo migliore di fare ammenda per la dichiarazione era impedire che tali cose accadessero in futuro. “Proprio come il cosiddetto stato ebraico in Palestina non arriva dal giudaismo, questo stato islamico in Siria non ha niente a che fare con l’Islam. Si tratta di una perversione dell’Islam così come  il sionismo è una perversione del giudaismo “.

Un altro membro del pubblico ha suggerito che il “movimento sionista” aveva un potere sul parlamento britannico analogo al potere che un tempo si credeva essere stato esercitato a livello internazionale da parte degli ebrei.

Hanno detto: “Chaim Weizmann [uno dei fondatori di Israele] fece una bella truffa all’americana nel lontano 1917/1918. Fece credere all’establishment inglese che il mondo ebraico aveva il potere che semplicemente non aveva. Il problema è che, 100 anni dopo, io non sto parlando di ebraismo mondiale, sto parlando di quel segmento che abbiamo chiamato movimento sionista, che ha quel potere che ha sul nostro stesso parlamento.”

David Collier, un blogger che ha partecipato alla riunione in una sala della commissione dei Lords, ha scritto ieri sera: “Questo è il trasferimento dei classici stereotipi antisemiti, dalla mano dell’ebreo alle mani del sionista”.

Un altro membro del pubblico è stato applaudito dopo aver detto: “Se qualcuno è antisemita, lo sono gli israeliani stessi”.

Lady Tonge non ha fatto alcun tentativo per contestare i commenti provocatori.

Yiftah Curiel, portavoce dell’ambasciata israeliana a Londra, ha postato su Twitter estratti video dalla diretta dell’evento che è stato trasmesso sulla pagina Facebook del londinese Palestina Return Centre. Mr Curiel ha detto: “Difficile da credere, ma questo è accaduto questa settimana alla Camera dei Lords.”

Quando un membro del pubblico ha difeso Israele in quanto democrazia, Jafar Ramini, un attivista, ha detto: “Che differenza c’è tra l’Ebreo e il sionista”.

Lady Tonge, che finì nei guai per i suoi stessi accessi anti-israeliani, si era dimessa da capogruppo dei Liberal Democratici nel 2012 dopo aver sostenuto che lo Stato di Israele “non esisterà in eterno”.