A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U

V

W

X

Y

Z

E

Ebreo errante

L’ebreo errante è una figura della mitologia cristiana, che è condannato a vagare sulla terra fino al Secondo Avvento, per aver respinto o colpito Cristo durante il suo percorso verso il Calvario per essere crocifisso. La prima variante registrata sull’archetipo dell’ebreo errante apparve negli scritti di Roger di Wendover, un monaco di St. Albans. In questa versione, si convertiva al cristianesimo e da allora viveva una vita devota. Tuttavia, la leggenda servì a rafforzare l’idea che gli ebrei erano un popolo maledetto da Dio. Si è sostenuto che la diffusione del mito dell’ebreo errante, accompagnata dalla credenza che dimostrava che gli ebrei erano malvagi, era una causa diretta della violenza antisemita durante il Medioevo. L’ebreo errante fu anche adottato come simbolo dagli antisemiti tedeschi nel XIX secolo. Tragicamente, ciò portò l’ebreo errante ad essere utilizzato a scopo propagandistico nel partito nazista.

Estremismo

Un concetto usato per descrivere i sistemi di credenze religiose, sociali o politiche che esistono sostanzialmente al di fuori dei sistemi di credenze più ampiamente accettati nella società (cioè, credenze “tradizionali”). Le ideologie estreme spesso cercano cambiamenti radicali nella natura del governo, della religione o della società. L’estremismo può anche essere usato per riferirsi alle ali radicali di movimenti più ampi, come il movimento anti-aborto o il movimento ambientalista. Non tutti i movimenti estremisti sono “cattivi” – il movimento abolizionista è un esempio di un movimento estremo che aveva obiettivi ammirevoli – ma la maggior parte dei movimenti estremisti esiste al di fuori del mainstream perché molte delle loro opinioni o tattiche sono discutibili.