8 Aprile 2021

Roma: accoltellamento con motivazioni antisemite

Fonte:

Corriere della Sera, Il Messaggero, La Repubblica, Moked.it

Roma, rider e antisemitismo.

I dorsi romani di Corriere, Repubblica e Messaggero raccontano della vergognosa aggressione antisemita subita il 21 marzo scorso da un uomo di 59 anni, figlio di un deportato nel campo di concentramento di Mauthausen. Ad aggredirlo prima verbalmente e poi con tre coltellate, un collega rider ora agli arresti domiciliari. “La vittima si era ritrovata a fare le consegne perché il suo lavoro da ambulante nell’ultimo tempo aveva subito una flessione. – la ricostruzione di Repubblica – ‘Mannaggia agli ebrei’, ha esordito l’aggressore, continuando a inveire anche contro gli altri rider extracomunitari. Insulti razzisti e provocazioni rivolte contro l’uomo che indossava al collo una catenina con la stella di David”. Dopo la replica della vittima agli insulti, sono arrivate le coltellate. Lesioni volontarie aggravate dall’odio razziale il reato contestato all’aggressore.

Moked.it

 

Allegati: