8 Marzo 2019

Capo di gabinetto dell’assessore agli Enti locali di Trento si dimette dopo le polemiche per la svastica tatuata sul polpaccio e la canzone neonazista

Fonte:

Corriere della Sera, Corriere del Trentino

Autore:

Marika Giovannini

Svastica tatuata, via il capo di gabinetto dell’assessore

Ha una svastica sulla gamba e, dopo le proteste nel consiglio provinciale di Trento di Pd e lista Futura 2018, si è dimessa ieri Marika Poletti, capo di gabinetto dell’assessore agli Enti locali, Mania Gottardi. Poletti, che si era giustificata sostenendo che il tatuaggio non era una svastica ma una «runa riferita ad antiche simbologie non correlate a quella nazista», è stata anche criticata per un video con una macabra parodia del Ragazzo della via Gluck in versione Terzo Reich. Proteste erano state sollevate anche dall’associazione Alleanza per Israele e, con una lettera a Maurizio Fugatti presidente della provincia autonoma di Trento, da Noemi Di Segni, presidente dell’Unione comunità ebraiche italiane, e dalla senatrice Liliana Segre. Sulla gamba La svastica tatuata di Marika Poletti

Allegati: