26 Luglio 2018

Nuovo rapporto del Community Security Trust sugli episodi di antisemitismo in Gran Bretagna durante il primo semestre dell’anno in corso

Data:

26/07/2018

Fonte:

https://cst.org.uk/

“Antisemitic Incidents January – June 2018”

Il Community Security Trust ha diffuse il suo rapporto “Antisemitic Incidents January – June 2018” dedicato agli episodi di antisemitismo nel Regno Unito registrati durante il primo semestre dell’anno in corso. Questo report mostra che il numero di atti di antisemitismo vede una decrescita dell’8%, 727 rispetto ai 786 casi dello stesso periodo nel 2017, rimanendo però il secondo più alto totale mai registrato per il periodo da gennaio a giugno. Nel 2017 è stato registrato il maggior numero di atti di antisemitismo da quando il CST è stato istituito nel 1984, un totale annuale di 1.414 casi.

Ogni mese nella prima metà del 2018 ha registrato più di 100 atti di antisemitismo, maggio ha raggiunto il picco con  160 episodi, il quarto totale mensile mai registrato.

I livelli più alti sono stati registrati ad aprile e maggio con, rispettivamente, 139 e 160 casi, ciò in seguito alle reazioni connesse alle polemiche per l’antisemitismo nel partito laburista inglese ed agli avvenimenti nella striscia di Gaza.

L’elevato numero mensile di atti di antisemitismo non è una novità ma costituisce un trend consolidato ormai da tempo.

Il CST ha catalogato 77 episodi di antisemitismo motivati da antisionismo nella prima metà dell’anno, rispetto ai 49 del primo semsetre 2017, e 163 casi di antisemitismo attraverso i social networks rispetto ai 145 del primo semestre 2017.

Gli attacchi contro le persone sono diminuiti del 26%, dagli 80 del 2017 si è scesi a 59 di oggi, nessuno degli attacchi è stato catalogato come di “estrema violenza”, che significa con lo scopo di uccidere.

La forma di atto antisemitico più diffusa consiste in insulti pubblici rivolti a persone riconoscibili (per gli abiti, uniformi scolastiche o gioielli con simboli ebraici) come ebree, in 180 casi, uomini e/o donne, sono state assalite verbalmente in luoghi pubblici.

Tre quarti dei 727 incidenti antisemiti si sono verificati in due contee: Grande Londra e Grande Manchester,  rispettivamente 419 e 124 casi, in queste due aree sono presenti le maggiori Comunità ebraiche britanniche, 184 episodi sono stati poi registrati in 65 diverse località del Regno Unito: 27 Hertfordshire, 18 Gateshead, 11 Leeds, 9 Glasgow, 7 Birmingham  e 6 Liverpool.