23 Gennaio 2013

Intervento giudiziario contro esponenti dell’estrema destra

Luogo:

Napoli

Dopo un’indagine durata più di un anno, i carabinieri del Ros (Raggruppamento operativo speciale) di Napoli hanno arrestato una decina di militanti di estrema destra con l’accusa di incitazione all’odio razziale e per il possesso di armi illegali. Gli arrestati sono esponenti di organizzazioni quali il Movimento Politico Militia, CasaPound, Blocco Studentesco e HMO (acronimo di Hic Manebimus Optime). In alcune conversazioni intercettate dai carabinieri, gli estremisti hanno fatto dichiarazioni antisemite dai toni minacciosi, ed un esponente di CasaPound, anche candidato alle elezioni politiche alla Camera dei deputati nella testa di lista di Campania 1, ad un ragazzo che è pronto ad entrare nell’organizzazione dice:

«Ai professori e alla stampa quando ti chiedono cosa ne pensi dell’olocausto? Tu davanti a un giornalista non puoi dire che l’olocausto è esistito, rispondi che tengo da dire? E chiusi. Io sono d’accordo che non sono mai esistite le camere a gas e non c’è stata nessuna deportazione, sono il primo a dirtelo ma davanti a un professore, a un giornalista…».