17 Aprile 2016

Articolo antisemita pubblicato da giornale comunista online

Contropianoorg_17aprile2016

Fonte:

Contropiano.org

“La dottrina della “razza superiore”: il legame fra Israele ed il mondo del Sionismo”

“Contropiano giornale comunista online” è una pubblicazione telematica diretta da Sergio Cararo con sede a Roma, che edita anche articoli ispirati all’ideologia antisemita e antisionista, un esempio di questo approccio è costituito da: “La dottrina della “razza superiore”: il legame fra Israele ed il mondo del Sionismo” di James Petras, pubblicato il 17 aprile 2016, breve saggio che mescola antisionismo e cospirativismo con temi dell’antisemitismo classico, eccone alcuni stralci:

«In questo breve saggio voglio focalizzarmi su di uno: l’ideologia per la quale si afferma che “gli Ebrei sono una razza superiore”. Il concetto che gli Ebrei, sia per formazione genetica e biologica, che culturale, storica e/o familiare, hanno delle qualità speciali che gli permettono di assurgere ad un livello univocamente superiore a quello “inferiore” dei non-Ebrei. Esponenti del Suprematismo Ebraico (SE) citano di frequente prestigiosi premi, successi mondiali ed alti onori che, secondo loro esagerando, sono stati raggiunti da persone di razza Ebraica, in maniera spropositata. In secondo luogo, i Suprematisti Ebrei persistono nel rivendicare una sorta di “credito razziale” per i successi raggiunti da alcuni, che invece, pubblicamente, hanno rinunciato, denunciato e preso le distanze dal Giudaismo e hanno finito per rimuovere qualsiasi concetto di Israele come loro patria spirituale. Il loro prestigio universale gli ha evitato di essere etichettati come apostati o addirittura come “auto-lesionisti”. Albert Einstein, citato spesso dai Suprematisti come esempio più alto di “genio Ebraico”, denunciò i crimini di guerra di Israele e mostrò sempre sdegno per qualsiasi identità di origine tribale. Nella loro epoca, Marx e Trotskij, come la maggior parte degli Ebrei Europei emancipati, diedero il proprio apporto: s’impegnarono in organizzazioni universali, attaccando frontalmente l’intero concetto che gli Ebrei erano un “popolo speciale”, scelto da un’autorità divina (o dai Sionisti dell’ultima ora). Terzo, i Suprematisti redigono una lista di Ebrei virtuosi molto selettiva, omettendo però settori della vita ed attività dove gli Ebrei hanno giocato un ruolo negativo o altamente distruttivo in modo sproporzionato. Fra i vincitori del Premio Nobel per la pace ci sono tre Primi Ministri israeliani che a loro tempo intrapresero delle guerre di pulizia etnica contro milioni di Palestinesi, e contribuirono a espandere gli insediamenti razzisti, “per soli Ebrei”, in tutti i territori occupati della Palestina. I nomi includono quello di Menachem Begin (noto terrorista e attentatore di carriera), Yitzhak Rabin (militarista, assassinato da un terrorista Ebreo ancora più militarista) e Shimon Peres. Fra i più grandi miliardari imbroglioni della recente storia degli Stati Uniti, troviamo una percentuale sproporzionata di Ebrei Americani. Il disastroso conflitto statunitense contro l’Iraq fu in gran parte organizzato, promosso e giustificato da una sproporzionata percentuale di Ebrei americani (Sionisti)…La più grande e grave crisi finanziaria dalla Grande Depressione fu largamente dovuta alle politiche finanziarie del presidente della Federal Reserve, Alan Greenspan. Il piano di salvataggio di Wall Street da tremila miliardi di dollari attuato da Ben Shalom Bernacke e Stanley Fischer, mentre, nel frattempo, Janet Yellen ignorava la piaga di milioni di americani che perdevano la casa a causa dell’esclusione dai mutui. In sintesi, i Suprematisti Ebrei dovrebbero orgogliosamente attribuirsi il merito anche per gli Ebrei Americani che si sono resi responsabili in modo sproporzionato della gran parte dei fallimenti della politica estera ed economica dei giorni nostri, incluse le orribili sofferenze che essi hanno comportato! i gangsters Ebreo/Russi, dominano e si dividono la loro supremazia con la Mafia italiana a New York, Los Angeles, Las Vegas, Miami ed in alcune zone di diverse città dell’area, fa mostra del loro “genio speciale” nell’estorsione e nell’omicidio, sapendo che possono sempre trovare un approdo sicuro nella “Terra Promessa”! Oggi una fortissima percentuale di Ebrei colti, ha scelto di abbracciare il dogma Suprematista “etno-religioso”, che li lega a uno stato militarista e di apartheid pronto a trascinare il mondo in una guerra globale. Mai dimenticare! Le dottrine Suprematiste razziali hanno condotto la Germania nel baratro di un cieco sodalizio fra guerra mondiale e totalitarismo, a causa del quale perirono milioni di persone.»

James Petras è un attivo e prolifico polemista antisemita che utilizza canali digitali e cartacei per diffondere le sue analisi sui “pluto-sionisti” ed il “suprematismo ebraico”, in Italia la casa editrice Zambon ha pubblicato nel 2007 la sua opera “USA: padroni o servi del sionismo? I meccanismi di controllo del potere israeliano sulla politica degli USA”.

L’articolo “La dottrina della “razza superiore”: il legame fra Israele ed il mondo del Sionismo” è stato rilanciato da altri network digitali, come “Forum Palestina”, e da profili sui social networks .