31 Agosto 2017

Utente di TripAdvisor posta un commento intriso di pregiudizi e stereotipi negativi nei confronti di una giovane cameriera di origine africana

corrieredelveneto

Fonte:

Corriere del Veneto Venezia e Mestre

Autore:

Francesco Chiamulera

TripAdvisor si corregge

Post «razzista» cancellato

L’autore? Un politico

Cenerini in lista con Toti: «L’ho scritto e non mi pento»

CORTINA D’AMPEZZO. E se il misterioso Fabio C., utente di TripAdvisor di La Spezia a cui proprio non era andato giù che a servirlo in abiti alpini, al ristorante «El Brite de Larieto» di Cortina d’Ampezzo, fosse una cameriera di colore, altri non fosse che Fabio Cenerini, capogruppo di Forza Italia e Lista Toti nel consiglio comunale di La Spezia? di ristorante è in un posto incantevole, ma non ho apprezzato che a servire, con un costume ampezzano, fosse una persona di colore», aveva scritto sul popolare sito di recensioni. E ieri, dopo che per primo il «Corriere del Veneto» la notizia ha scatenato reazioni più o meno prevedibili. Come quella della consigliera veneta Pd Alessandra Moretti: «episodio sconcertante, che non va assolutamente sottovalutato, visto che i casi di razzismo nelle ultime settimane sono aumentati in maniera esponenziale». Ma anche, clamorosa, quella degli stessi responsabili italiani di TripAdvisor. Che in un primo momento, martedì, quando i gestori del locale, allibiti per quel commento verso la propria dipendente (originaria del Guinea Bissau ma residente a Verona da molti anni), avevano segnalato la recensione a TripAdvisor, come offensiva, l’avevano considerata perfettamente conforme alle linee guida. E l’avevano lasciata online. Poi, ieri pomeriggio, mentre il caso acquista rilevanza nazionale, il sito web, sotto pressione, fa marcia indietro: «Abbiamo un team dedicato il cui compito è quello di analizzare le recensioni segnalateci e che lavora duramente per far rispettare le linee guida in vigore. Per i contenuti, come le recensioni, le decisioni vengono prese con lo scopo di rimanere equi e obiettivi Dopo aver rivisto la nostra decisione iniziale, siamo giunti alla conclusione che la recensione non era conforme alle nostre linee guida ed è stata quindi rimossa», scrive TripAdvisor in una nota. Bene, tutto finito? Neanche per sogno. A distanza di poche ore, si scopre l’identità dell’utente: è Fabio Cenerini, esponente del centrodestra ligure, che sul profilo Instagram, coerentemente, proclama: «Spezia a noi italiani». Raggiunto al telefono, Cenerini «si dispiace se la cameriera si è sentita offesa», ma non cambia la propria versione. Anzi.

Cenerini, non pensa di avere esagerato?

«E perché? Ormai questa storia del razzismo è diventata una vera fissazione. Viene tirata fuori ovunque, come il parmigiano sulla pasta».

Ma il suo commento su TripAdvisor diceva proprio questo: che il ristorante di Cortina, EI Brite de Larieto, non avrebbe dovuto far servire in sala una persona di colore.

«Il problema non è la persona di colore, ma che un ristorante tipico si servisse di una cameriera evidentemente non del posto, vestita con abiti locali». Vede che è una questione di colore della pelle? Se fosse stata siciliana, ovvero bianca, l’avrebbe considerata del posto? «Se l’avessi sentita parlare magari no. E qui è il problema. Non è questione di razzismo. Io vado spesso a un ristorante marocchino a Parigi, con la mia donna. E se vado al ristorante marocchino voglio trovare personale marocchino. Sono anche amico di un cameriere marocchino, Ahmed, qui vicino a La Spezia. Ma quando in un ristorante brasiliano non hanno più avuto personale brasiliano ho smesso di andarci».

Era sicuro che fossero brasiliani?

«E come faccio a saperlo? Mica gli controllo il passaporto».

TripAdvisor ha rimosso il suo commento dopo la valanga di polemiche scatenatasi ieri.

«Scandaloso. Mi sono iscritto qualche anno fa a TripAdvisor, penso che mi cancellerò: non puoi fare retromarcia perché vedi che escono delle polemiche sulla stampa. Lo trovo poco serio».

Se fosse stato lei il titolare del ristorante cortinese avrebbe chiesto alla cameriera di colore di non vestirsi così?

«Se avessi un ristorante tipico non assumerei persone non tipiche».

In che senso?

«Io sono per assumere prima gli italiani. E se in Africa ci andassi vestito da Zulù sarei ridicolo. O no?».