4 Giugno 2015

Scuse dello stilista Galliano dopo le dichiarazioni antisemite

j_galliano

Fonte:

www.corriere.it

Autore:

Fabio Cavalera

Esplora il significato del termine: Galliano si scusa con gli ebrei. E il rabbino di Londra lo perdona

Il rabbino Barry Marcus ha portato più volte lo stilista (condannato nel 2011 per frasi antisemite) in sinagoga e gli ha fatto ascoltare le testimonianze di ebrei sopravvissuti allo sterminio.: «La sua conoscenza della storia era davvero limitata: ma ho il dovere di aprire la porta a chiunque intenda pentirsi»

LONDRA – Chi le dimentica quelle frasi vergognose? “Amo Hitler… Le vostre madri, i vostri antenati avrebbero dovuto fare tutti la stessa fine, essere gassati”. Pronunciate davanti a un bar di Parigi e rilanciate da un video. Quattro anni fa. Lo stilista inglese John Galliano si è pentito. Era ubriaco, il 25 febbraio 2011, ma la violenza verbale antisemita gli costò giustamente una condanna. Poi il licenziamento da Dior. Adesso, grazie al lavoro e alla pazienza di Barry Marcus rabbino della sinagoga centrale di Londra, John Galliano sta seguendo un programma di “riabilitazione”. E di perdono.

I due sono diventati amici e qualche giorno fa hanno partecipato a un incontro con la comunità ebraica a Londra durante il quale John Galliano è scoppiato a piangere. Era già accaduto durante un suo colloquio con un sopravvissuto dell’Olocausto. Questa volta la conversione è stata pubblica. “Ero un alcolista ma ciò non rappresenta una giustificazione. Vi chiedo scusa, se è possibile scusarmi”. Il rabbino Barry Marcus aveva cominciato a parlare con il cinquantaquattrenne John Galliano nel 2013, a New York nella sede della Conde Nast, presentati dal direttore della “Antidefamation League”, l’avvocato Abe Foxman. Poco alla volta è nato un rapporto di amicizia forte.

Il rabbino Barry Marcus ha portato più volte John Galliano in sinagoga e gli ha fatto ascoltare le testimonianze di ebrei sopravvissuti allo sterminio. “La sua conoscenza della storia era davvero limitata”. Non pochi, nella comunità ebraica, erano contrari al perdono. “Ma come esser umano, come ebreo, come rabbino e come umanista ho il dovere di aprire la porta a chiunque intenda pentirsi”. Barry Marcus ha partecipato alle ultime sfilate firmate da John Galliano. E settimana scorsa lo ha accompagnato all’incontro del ravvedimento. Gli ebrei di Londra, convinti dal rabbino, lo hanno perdonato.