24 Giugno 2015

Processo per diffamazione aggravata da discriminazione razziale e odio etnico per l’europarlamentare della Lega Nord Mario Borghezio

m_borghezio

Fonte:

Il Giorno

Borghezio risarcisce i gruppi rom

Milano – Parole di fuoco prima, poi i danè a ripararle. Prima gli insulti ai Rom, poi, in corso di processo per diffamazione aggravata da discriminazione razziale e odio etnico, l’offerta di risarcimenti (cifre strettamente riservate) alle associazioni offese. Queste le tempeste che agita l’ europarlamentare della Lega Nord Mario Borghezio , il quale ha appena raggiunto un accordo extragiudiziale con le parti civili Rom Upre Roma, Sucar Drom e Nevo Drom, costituite nel processo in cui è imputato per le frasi pronunciate l’8 aprile del 2013 alla trasmissione “La zanzara” su Radio24.

Allora Borghezio si scagliò contro la visita di otto giovani Rom alla Camera, invitati dalla presidente Laura Boldrini per la “Giornata internazionale dei Rom, Sinti e Caminanti”. «Facce di c… che qualche presidente della Camera riceve», li apostrofava Borghezio, il quale sperava «che non portino via gli arredi della Camera». «Una buona percentuale» dei ladri «sono Rom» e per lavorare sono «come l’acqua con l’olio». Ora le parti civili si ritireranno dal dibattimento, in virtù dell’accordo, ma non la pubblica accusa che il 26, con il pm Piero Basilone, pronuncerà la requisitoria.

Ma.Ro.