17 Settembre 2013

Primo passo al Senato per il ddl che introduce il reato di negazionismo

silvana amati

Fonte:

ADNKronos

Senato, commissione Giustizia avvia esame Ddl su negazionismo

Roma – Primo passo al Senato per il ddl che introduce il reato di negazionismo, prevedendo la reclusione fino a tre anni e la multa fino a 10.000 euro per chiunque se ne renda responsabile. Il ddl, di iniziativa di Silvana Amati e di cui è relatrice Rosaria Capacchione (entrambe Pd), ha avuto numerose firme ‘trasversali’ di esponenti democratici, Pdl, M5S, Sc, Gal, Misto-Sel. Il provvedimento, composto da un solo articolo, modifica la legge 654 del 1975, come modificato dalla legge Mancino, e prevede la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a 10.000 euro per chiunque ponga in essere attività di apologia, negazione, minimizzazione dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra, così come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale, ratificato ai sensi della legge 12 luglio 1999, n. 232. Ma anche per chi «propaganda idee, distribuisce, divulga o pubblicizza materiale o informazioni, con qualsiasi mezzo, anche telematico, fondato sulla superiorità o sull’odio razziale, etnico o religioso, ovvero, con particolare riferimento alla violenza e al terrorismo se non punibili come più gravi reati, fa apologia o incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, anche mediante l’impiego diretto od interconnesso di sistemi informatici o mezzi di comunicazione telematica ovvero utilizzando reti di telecomunicazione disponibili».