22 Maggio 2014

Per i giudici svizzeri il saluto nazista non è un atto illegale di discriminazione razziale se viene inteso come dichiarazione di un’idea personale

swiss_flag

Fonte:

Corriere della Sera

«Il saluto nazista? Non sempre è un reato»

Punire il saluto nazista? Dipende. Per i giudici svizzeri non è un atto illegale di discriminazione razziale se viene inteso come dichiarazione di un’idea personale. La differenza è sottile, quasi impalpabile. Lo ha stabilito il Tribunale federale svizzero di Losanna in un documento intitolato dl saluto di Hitler in pubblico non è sempre punibile», affermando che il gesto è un crimine solo se, oltre che per dichiarare le proprie convinzioni, viene usato per diffondere ad altri l’ideologia razzista. La decisione dei giudici elvetici capovolge una sentenza dell’anno scorso riguardante un uomo accusato di discriminazione razziale.