5 Aprile 2017

Lettera aperta della Comunità Ebraica di Milano alla Consigliera Comunale Sumaya Abdel Qader

sumaya

Fonte:

Mosaico-cem

Comunicato della Comunità ebraica su rapporti tra Consigliera Comunale Sumaya Abdel Qader e BDS Lombardia

La Comunità ebraica di Milano prende atto con favore delle dichiarazioni della consigliera comunale Sumaya Abdel Qader laddove sottolinea di non fare parte del movimento BDS. Ma non basta: dalla Francia alla Gran Bretagna passando per il Canada sempre più governi nel mondo condannano pubblicamente questi gruppi il cui unico scopo è  andare contro l’intero popolo  di Israele  in maniera indiscriminata e razzista.  Ricordiamo infatti che il BDS da tempo fa una politica  che spicca per le posizioni di rancore anti-israeliano che spesso sfociano in vero e proprio antisemitismo. Visto che la consigliera Abdel Qader riveste la carica istituzionale di vice-presidente della Commissione Cultura, le chiediamo dunque di chiarire la sua posizione in maniera forte e chiara contro chi – come il BDS – aizza lo scontro di civiltà e l’odio tra i popoli, invece che il dialogo e la fratellanza. Lo chiediamo perché vogliamo la conferma che la consigliera comunale della nostra città sia diversa da quelle persone intrise di rancore, e anche perché non riteniamo accettabile che la vice-presidente della Commissione Cultura possa tacere davanti a chi muove campagne di odio non contro un governo, ma contro un intero popolo. Non è questa la tradizione della nostra città che ha fatto della diversità e della tolleranza un modello per l’intero Paese.