5 Maggio 2014

Illegale la negazione della Shoah in Russia

vladimir_putin

Fonte:

JTA The Global Jewish News Source

La Russia rende illegale la negazione della Shoah

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge che rende illegale la negazione della Shoah. La legge firmata lunedè 5 maggio rende punibile sino a cinque anni di carcere o 14mila dollari di multa, la negazione dei crimini nazisti o la banalizzazione del ruolo dell’Unione Sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale.

Entrambe le Camere del Parlamento russo hanno approvato la nuova legge.

In Russia era già bandita l’esposizione pubblica di simboli nazisti.

I paragoni con la Germania nazista sono recentemente aumentati in seguito al conflitto tra Russia e nazionalisti ucraini.