21 Febbraio 2014

Il ricordo della Shoah? Uno spreco di «fiato, soldi e tempo»

l43-fratelli-italia-capotosti-130221155524_big

Fonte:

Corriere della Sera edizione di Milano

Consigliera FdI «Shoah, spreco di soldi e fiato»

Il ricordo della Shoah? Uno spreco di «fiato, soldi e tempo». Non potevano passare inosservate, durante la seduta del Consiglio provinciale, le parole di Roberta Capotosti. E infatti,nell’aula di Palazzo Isimbardi è scoppiata la bagarre. La consigliera di Fratelli d’Italia si stava lamentando del fatto che per le iniziative in ricordo della tragedia delle foibe non è stato speso «un euro o un’ora di tempo». Quindi ha aggiunto: «Per gli ebrei e per l’Olocausto si sprecano iniziative, fiato e soldi da tempo». Immediata la reazione dei consiglieri del centrosinistra, che hanno abbandonato l’aula, e subito dopo la seduta è stata sospesa. Secondo la consigliera pd Diana De Marchi, si tratta di parole «inaccettabili e provocatorie» mentre Massimo Gatti, capogruppo di Un’Altra Provincia, parla di dichiarazioni «gravissime e irresponsabili». Il capogruppo dei democratici, Bruno Ceccarelli, aggiunge: «L’errore più grande è pretendere il ricordo di una tragedia sminuendone un’altra. Proprio perché sono ancora troppe le persone che ritengono sprecato il tempo per ricordare la Shoah che oggi dobbiamo continuare a ricordarla». A difendere, invece, la consigliera di Fratelli d’Italia è il capogruppo del suo partito, Massimo Torci, che definisce «sceneggiata» la reazione del centrosinistra. «L’opposizione — aggiunge poi la stessa Capotosti — ha, per l’ennesima volta, cercato di travisare la storia per far apparire la tragedia delle Foibe meno grave di quella dell’Olocausto, come se ci potessero essere tragedie di serie B e di serie A. Si dovrebbero vergognare di continuare a sostenere in tutte le sedi che le Foibe furono la naturale conseguenza del fascismo. Sono loro a dover chiedere scusa alle tante vittime di quell’immane tragedia».