8 Ottobre 2016

Il Congresso Usa preoccupato per gli episodi di antisemitismo in Europa

Berlino_settembre2014

Fonte:

www.timesofisrael.com

Autore:

Rebecca Shimoni Stoil

Un disegno di legge degli Stati Uniti cerca di tenere d’occhio l’antisemitismo europeo

Bipartisan House evidenzia l’ “urgente necessita” di garantire la sicurezza e la protezione delle comunità ebraiche in Europa

Washington – motivati da ciò che hanno descritto come un crescente antisemitismo in Europa, i membri di una task force del Congresso bipartisan venerdì hanno introdotto una legislazione che mira ad aumentare il controllo di Washington sugli incidenti anti-ebraici e sulle misure adottate dai governi europei per combatterli.

Mentre gran parte dell’attenzione della nazione era puntata sull’uragano Matthew che si schiantava contro la costa sud-orientale, i rappresentanti democratici Nita Lowey, Steve Israel, Eliot Engel e Ted Deutch uniti ai repubblicani Chris Smith, Ileana Ros-Lehtinen, Kay Granger e Peter Roskam – tutti copresidenti della House of Representatives Bipartisan Taskforce per la lotta contro l’antisemitismo – presentavano il Combating European Anti-Semitism Act del 2016.

Nel 2004, l’allora presidente George W. Bush convertì in legge il Global Anti-Semitism Review Act, che forniva la base giuridica ad una relazione annuale del Dipartimento di Stato per documentare l’antisemitismo in tutto il mondo. Oltre un decennio più tardi, a fronte del crescente antisemitismo in Europa, la House of Representatives nel novembre 2015 approvò all’unanimità una risoluzione che invitava il segretario di stato a perseverare in una solida rendicontazione sull’antisemitismo.

Dopo tale risoluzione, tuttavia, l’antisemitismo continuò a prosperare.

“E’ scioccante che nel XXI secolo, l’antisemitismo stia aumentando di potenza in tutta Europa. Dagli insulti e le minacce per strada; agli attacchi violenti nelle scuole e nelle sinagoghe; ai governi che amplificano voci e messaggi antisemiti, come i leader in Ungheria che hanno dato un prestigioso riconoscimento di stato allo scrittore antisemita Zsolt Bayer, molti ebrei europei sono costretti a riconsiderare se c’è ancora un futuro per loro nei loro paesi” ha scritto in una dichiarazione la sponsor del disegno di legge venerdì.

“Questo è inaccettabile, e continueremo a esortare i leader in Europa a pronunciarsi contro questo crescente problema, a rafforzare le partnership con le comunità ebraiche per aiutarle a sviluppare gli standard di sicurezza, e a incoraggiare le culture che rispettano la diversità e l’inclusione di tutti i gruppi di minoranza, tra cui gli ebrei “.

Il disegno di legge modificherà l’International Religious Freedom Act del 1998 per includere un nuovo paragrafo che parli dell’antisemitismo in Europa, aggiungendo l’informativa obbligatoria su “i problemi di sicurezza e le necessità delle comunità ebraiche e delle forze dell’ordine europee” nei paesi in cui “minacce verbali o fisiche o attacchi siano particolarmente significativi contro gli ebrei, i luoghi di culto, le scuole, i cimiteri, e le altre istituzioni religiose.”

Inoltre incoraggia gli Stati Uniti a “collaborare con le forze dell’ordine europee e i gruppi della società civile per quanto riguarda la condivisione delle informazioni e delle migliori pratiche per combattere gli episodi di antisemitismo in Europa”, e incentiva i governi europei nel proseguire con gli interventi di formazione per combattere il sentimento anti-ebraico e adottare una definizione operativa sull’antisemitismo.

“Effettivamente affrontare questo problema richiede una migliore comprensione della sua portata e profondità. Questo disegno di legge richiederebbe all’Amministrazione di continuare a prestare particolare attenzione all’antisemitismo in Europa, fornendo una valutazione approfondita delle tendenze e delineando ciò che gli Stati Uniti e i nostri partner stanno facendo per affrontare questa sfida”, hanno scritto. “In questo modo, avremo le migliori informazioni disponibili dal momento che lavoriamo per sradicare questa minaccia perniciosa e garantire che l’impegno “mai più” rimanga un reality”

Nel disegno di legge, i legislatori hanno osservato che “nel corso degli ultimi dieci anni, si è registrato un costante aumento di episodi di antisemitismo in Europa, ciò ha determinato che gli ebrei europei sono diventati il bersaglio di molestie fisiche e verbali e persino di attacchi terroristici mortali, ognuno dei quali ha eroso la sicurezza personale e comunitaria e la qualità della vita ebraica quotidiana.”

Si citano statistiche raccolte tra il 2005 e il 2014 dall’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali che documentano un aumento di episodi di antisemitismo, in Francia da 508-851; in Germania da 60 a 173; in Belgio 58-130; in Italia 49-86; e nel Regno Unito da 459 a 1.168.

Il disegno di legge ha inoltre rilevato un legame tra antisionismo e antisemitismo, lamentando che il precedente “talvolta si è trasformato in attacchi antisemiti, inducendo alla condanna di molti leader europei”.

Contiene una sezione “significato del Congresso”, che afferma che “è nell’interesse nazionale degli Stati Uniti combattere contro l’antisemitismo in patria e all’estero,” e che “l’antisemitismo è una sfida ai principi fondamentali della tolleranza, del pluralismo e della democrazia, e dei valori condivisi che legano americani ed europei insieme “.

I rappresentanti hanno sottolineato quello che hanno descritto come “una necessità urgente per garantire la sicurezza e la protezione delle comunità ebraiche europee, incluse sinagoghe, scuole, cimiteri, e altre istituzioni.” Hanno invitato sia gli Stati Uniti che le organizzazioni internazionali a continuare a documentare e a parlare contro gli incidenti antisemiti.