2 Settembre 2017

Esponente della Lega Nord condannato per diffamazione aggravata ai danni dell’ex ministro per l’Integrazione

borghezio

Fonte:

IlSole24Ore

Borghezio condannato per idee razziste su Kyenge

Per i giudici di Milano diffamò ex ministro

Una condanna per diffamazione aggravata dall’odio razziale. È quella comminata dai giudici della Quarta sezione del tribunale di Milano contro l’esponente leghista Mario Borghezio condannato ieri al pagamento di una multa di 1000 euro e a un risarcimento di 50mila euro all’ex ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge. Sotto accusa l’intervista alla trasmissione «La Zanzara» di Radio24 del 29 aprile 2013: «L’attacco al Ministro Kyenge non ha riguardato solo le sue convinzioni politiche in materia di immigrazione e leggi sulla cittadinanza, ma anche la sua persona in quanto originaria di un Paese africano» spiegano i giudici che hanno comunque riqualificato l’originaria imputazione di propaganda di idee fondate sulla superiorità e l’odio razziale in diffamazione aggravata «Le motivazioni della sentenza confermano il carattere razzista delle affermazioni», ha spiegato ieri Kyenge, oggi europarlamentare Pd, che devolverà il risarcimento «alla causa di chi lui insulta ogni giorno». Per Borghezio la motivazione della sentenza conferma invece il «carattere politico» del processo.