4 Marzo 2017

Attacchi antisemiti negli Usa

bombthreat2017

Fonte:

Anti-Defamation League, Corriere della Sera, The Jewish Chronicle

Attacchi antisemiti, arrestato reporter

Ha minacciato almeno otto centri ebraici per vendicarsi della sua ex fidanzata. Juan Thomson, 31 anni, afroamericano, è stato arrestato con l’accusa di cyberstalking. Ne ha dato notizia l’Anti-Defamation League che sottolinea come nel 2017 siano già state 101 le minacce ricevute dai centri ebraici negli Stati Uniti. Il 21 febbraio Thompson ha inviato una lettera all’Anti-Defamation League denunciando la donna come responsabile della minaccia-bomba all’associazione. Ma è stato solo l’inizio: l’uomo ha denunciato la donna anche come responsabile per la bomba al centro ebraico di Dallas e per la sua intenzione di voler uccidere in un centro ebraico di San Diego il «maggior numero di ebrei possibile». Una «Newtown ebrea» l’ha definita, facendo riferimento alla strage compiuta nel 2012 a Newtown, in Connecticut. Sulla base del suo profilo Twitter, Thomson sarebbe un ex giornalista di The Intercept, sito web che si concentra sulla sicurezza nazionale. Era stato licenziato lo scorso anno, perché avrebbe diffuso notizie e fonti false.