16 Settembre 2014

L’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane promuove l’ “Antenna antisemitismo” per raccogliere testimonianze e denunce di episodi di antisemitismo

Ucei_logo

Fonte:

ANSA - TMNews

ANTISEMITISMO:UCEI PROMUOVE ‘ANTENNA’PER DENUNCIARE EPISODI

Gattegna lancia iniziativa,e’ una sorta di numero verde (ANSA) – ROMA, 16 SET – Una ‘Antenna antisemitismo’ per raccogliere testimonianze e denunce di episodi di violenza, intimidazione o discriminazione. E’ l’iniziativa – una sorta di numero verde – annunciata in una nota dal presidente dell’Unione delle Comunita’ Ebraiche Italiane (Ucei), Renzo Gattegna. 16-SET-1417:34

 GLI EBREI ITALIANI LANCIANO NUMERO VERDE CONTRO L’ANTISEMITISMO

ANTICHI PREGIUDIZI MAI DEL TUTTO SRADICATI TORNANO A MANIFESTARSI

Roma, 16 set. (TMNews) – L’l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (Ucei) lancia un “numero verde” per contro l’antisemitismo. “Un’iniziativa finalizzata a rendere vane le minacce di chi ancora oggi propugna odio e discriminazione. Un impegno concreto a beneficio della collettività in un momento in cui antichi pregiudizi mai del tutto sradicati tornano a manifestarsi in modo sempre più inquietante nelle nostre società progredite e democratiche”, afferma in una nota il presidente degli ebrei italiani Renzo Gattegna nell’annunciare la nascita del progetto sperimentale ‘Antenna antisemitismo’ promosso dall’Ucei insieme alla Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea Cdec di Milano. Destinatari del progetto le vittime o i testimoni di episodi di antisemitismo in Italia, che potranno entrare in contatto con l’Osservatorio Antisemitismo della Fondazione CDEC telefonando al numero 0233103840 oppure compilando il modulo disponibile sul sito. Le segnalazioni verranno verificate, conservate e utilizzate per approfondire la conoscenza del pregiudizio e dell’ostilità antiebraica. I dati dei mittenti, conclude la nota, non saranno divulgati a terzi.

 ANTISEMITISMO: UCEI PROMUOVE ANTENNA PER DENUNCIARE EPISODI

(ANSA) – ROMA, 16 SET – Una ‘Antenna antisemitismo’ per raccogliere testimonianze e denunce di episodi di violenza, intimidazione o discriminazione. E’ l’iniziativa annunciata in una nota dal presidente dell’Unione delle Comunita’ Ebraiche Italiane (Ucei), Renzo Gattegna. 16-SET-1418:01

ANTISEMITISMO:UCEI PROMUOVE ‘ANTENNA’PER DENUNCIARE EPISODI (2)

(ANSA) – ROMA, 16 SET – Si tratta di “un’iniziativa finalizzata a rendere vane le minacce di chi ancora oggi propugna odio e discriminazione”, scrive Gattegna. “Un impegno concreto – aggiunge – a beneficio della collettivita’ in un momento in cui antichi pregiudizi mai del tutto sradicati tornano a manifestarsi in modo sempre piu’ inquietante nelle nostre societa’ progredite e democratiche”. “Il progetto sperimentale ‘Antenna antisemitismo’ – si legge ancora nella nota – e’ promosso dall’Ucei insieme alla Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC di Milano”. Destinatari del progetto sono le vittime o i testimoni di episodi di antisemitismo in Italia, che potranno entrare in contatto con l’Osservatorio Antisemitismo della Fondazione CDEC telefonando al numero 0233103840 oppure compilando il modulo disponibile sul sito. Le segnalazioni verranno verificate, conservate e utilizzate per approfondire la conoscenza del pregiudizio e dell’ostilita’ antiebraica. I dati dei mittenti non saranno divulgati a terzi. 16-SET-1417:41

 ANSA/ UN NUMERO E UN SITO CONTRO L’ANTISEMITISMO IN ITALIA

ROMA, 16 SET – Gli ebrei italiani rispondono all’allarme antisemitismo – dopo i rigurgiti denunciati in mezza Europa sull’onda dell’ultima guerra di Gaza – con una sorta di numero verde e un sito a disposizione di vittime e testimoni di violenze o di intimidazioni a sfondo razziale. L’iniziativa, ribattezzata ‘Antenna antisemitismo’, e’ stata annunciata in una nota dal presidente dell’Unione delle Comunita’ Ebraiche Italiane (Ucei), Renzo Gattegna. Ed e’ inedita, in questi termini, in Italia. Si tratta di “un’iniziativa finalizzata a rendere vane le minacce di chi ancora oggi propugna odio e discriminazione”, scrive Gattegna. “Un impegno concreto – sottolinea – a beneficio della collettivita’ in un momento in cui antichi pregiudizi, mai del tutto sradicati, tornano a manifestarsi in modo sempre piu’ inquietante nelle nostre societa’ progredite e democratiche”. L’operazione ha le caratteristiche di un “progetto sperimentale” ed e’ promosso dall’Ucei insieme con la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC di Milano. Ne sono destinatari le vittime o i testimoni di episodi di antisemitismo in Italia (discriminazioni, minacce, aggressioni vere e proprie), che potranno entrare in contatto con l’Osservatorio Antisemitismo della Fondazione CDEC telefonando al numero 0233103840 oppure compilando il modulo disponibile sul sito. Le segnalazioni verranno verificate, conservate e utilizzate per approfondire la conoscenza del pregiudizio e dell’ostilita’ antiebraica, assicura l’Ucei. E “i dati dei mittenti non saranno divulgati a terzi”. L’annuncio di Gattegna e’ stato ripreso anche dall’edizione online del giornale progressista israeliano Haaretz, che scrive di un incremento di slogan e minacce a sfondo antisemita – in Italia e in altri Paesi europei – sullo sfondo delle proteste innescate dalla recente operazione militare d’Israele nella Striscia di Gaza palestinese controllata dagli islamici di Hamas. Un conflitto che ha provocato oltre 2000 morti. Haaretz ricorda inoltre come in quelle settimane il ministro degli Esteri italiano, Federica Mogherini, abbia sottoscritto con i colleghi tedesco e francese un documento di condanna di tutte le forme di antisemitismo, sotto qualsivoglia pretesto. Un’impennata di episodi qualificati come antisemiti e’ stata in effetti registrata negli ultimi mesi in tutti i maggiori Stati europei: dalla Francia (dove e’ stato calcolato un raddoppio dei casi e un livello record di abbandono del Paese da parte di ebrei) alla Gran Bretagna; fino alla stessa Germania, dove la cancelliera Angela Merkel e’ stata in prima fila la settimana scorsa in una manifestazione pubblica di denuncia dell’odio anti-ebraico e del pericolo di nostalgie neonaziste. Domani e’ intanto atteso a Roma il presidente del Congresso ebraico mondiale, Ron Lauder: che sara’ ricevuto in particolare da Papa Francesco per discutere proprio del rischio antisemitismo, oltre che delle guerre che insanguinano il mondo e della persecuzione dei cristiani in Medio oriente e altrove. 16-SET-14 19:03