17 Ottobre 2011

Documento conclusivo del Comitato di Indagine Conoscitiva sull’Antisemitismo

Data:

17/10/2011

Fonte:

Comitato di Indagine Conoscitiva sull'Antisemitismo - Parlamento italiano

Autore:

Camera

Presentazione del documento conclusivo del Comitato di indagine sull’antisemitismo

Lunedi 17 ottobre nella Sala della Lupa di Montecitorio si è tenuto un convegno dedicato alla presentazione del Documento conclusivo del Comitato di Indagine Conoscitiva sull’Antisemitismo promosso dal comitato contro l’antisemitismo presieduto dall’onorevole Fiamma Nirenstein.

Il documento è stato sottoscritto all’unanimità, e come ha fatto notare uno dei membri, il deputato PD Paolo Corsini, è cosa assolutamente inusuale in un periodo di grande conflittualità politica, ciò a testimonianza della delicatezza del tema .

Al convegno sono intervenuti il Vicepresidente della Camera Antonio Leone, l’On. Fiamma Nirenstein, Presidente del Comitato d’Indagine, Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della nuova Evangelizzazione, l’On. Margherita Boniver e l’On. Paolo Corsini, componenti del Comitato d’Indagine, Claudia De Benedetti, Vicepresidente Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Leone Paserman, Presidente della Fondazione Museo della Shoah, Umberto Silva, psicoanalista , Charles Small, direttore dell’Institute for the Study of Global Antisemitism and Policy USA, Ugo Volli, semiologo dell’Università di Torino, Gert Weisskirchen, Coalizione Interparlamentare per la Lotta all’Antisemitismo, e sono stati letti messaggi del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del presidente della Camera Gianfranco Fini e del ministro degli Esteri Franco Frattini.

Il Comitato di Indagine Conoscitiva sull’Antisemitismo è stato istituito alla fine del 2009 su mandato del Presidente della Camera Gianfranco Fini, e ha iniziato ufficialmente i propri lavori il 27 gennaio 2010, nel Giorno della Memoria, con un’audizione del ministro Franco Frattini.

A volere fortemente l’istituzione del Comitato è stata Fiamma Nirenstein, ispirandosi ai modelli di inchiesta sul fenomeno dell’antiebraismo svolte dal parlamento britannico e canadese.