28 Aprile 2014

Antisemitism Worldwide 2013

Data:

28/04/2014

Fonte:

Kantor Center for the Study of Contemporary European Jewry - www.kantorcenter.tau.ac.il

pressconference_kantor_porat

Antisemitismo, l’allarme del Centro Kantor

Attacchi antisemiti in crescita in tutto il mondo per intensità ed efferatezza. È la fotografia dell’Antisemitism Worldwide 2013, il rapporto annuale elaborato dal Kantor Center dell’Università di Tel Aviv con il supporto, tra gli altri, dell’Osservatorio antisemitismo del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea – CDEC di Milano. Secondo il dossier, illustrato ieri a Tel Aviv dal presidente dello European Jewish Congress Moshe Kantor, sarebbero 554 gli episodi violenti registrati lo scorso anno. In testa a questa inquietante classifica c’è la Francia, con all’incirca un quinto di attacchi che sarebbe avvenuto sul suolo transalpino. Tra i paesi dove maggiore è risultata la crescita di intolleranza figurano inoltre Gran Bretagna, Canada, Germania, Ucraina, Russia e Ungheria.

“Come risulta in tutta evidenza in questa ricerca – ha spiegato Kantor – esistono comunità ebraiche che non si sentono a proprio agio in alcuni paesi d’Europa. Quasi la metà della popolazione ebraica teme infatti di essere aggredita verbalmente o fisicamente in considerazione della propria identità. Un quarto degli ebrei europei, per timore di attacchi, non indossa inoltre niente di riconducibile all’ebraismo e si tiene alla larga da luoghi e istituzioni ebraiche”.